Uno snodo retroportuale, questo è ciò a cui punto il porto logistico di Piacenza che, in questi giorni, si è accordato con il Porto di Genova.

La Provincia di Piacenza, per mano del suo Presidente Massimo Trespidi, l’Autorità Portuale di Genova, per mano del Presidente Luigi Merlo, e l’Assessorato alla Logistica e ai Trasporti, per mano dell’assessore regionale Alfredo Peri, hanno infatti siglato un protocollo di intesa che porterà alla qualificazione del polo logistico piacentino che fungerà da appoggio al porto di Genova.

“L’intesa sancisce un nuovo ruolo geopolitico del territorio della provincia di Piacenza che e’ punto di snodo nevralgico in grado di riunire regioni diverse”, spiega lo stesso Trespidi.

E Luigi Merlo prosegue “’Piacenza conserva una propria identità specifica per ciò che riguarda il sistema logistico, rappresentando un nodo centrale all’interno del disegno dei nuovi corridoi europei”.

L’obiettivo di questo accordo è dunque “la possibilità di utilizzare tecnologie competitive con i maggiori Paesi nord-europei, non tanto su investimenti dedicate a nuove infrastrutture”.