Una 40enne di Boretto, nel Reggiano, dopo essere stata picchiata dal suo compagno, chiama i carabinieri ma non trova la forza di denunciarlo. L’uomo, stando alle dichiarazioni della vittima, l’avrebbe malmenata con un manico di scopa al punto da costringerla a chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine che l’hanno trovata in casa con lividi sul corpo, segno della violenza appena subito. La donna, però, ha deciso di non denunciarlo perché “lo ama” troppo.

I carabinieri, a questo punto, hanno proceduto alla denuncia d’ufficio nei confronti di un uomo di 46anni con l’aggravante di aver utilizzato un corpo contundente per colpire la fidanzata.

Il fidanzato la picchia con un manico di scopa

Un caso che sembra essere analogo a quello di Ylenia Bonavera, la giovane messinese che sarebbe stata bruciata a Messina dal suo ex, come sostengono gli inquirenti. La donna, in più occasioni, come nell’ultima intervista rilasciata a “Pomeriggio Cinque”, ha dichiarato che il suo ex compagno sarebbe innocente e che non avrebbe mai potuto fare un gesto del genere.

Quando la conduttrice Barbara d’Urso le ha comunicato che Mantineo era stato visto mentre comprava della benzina in piena notte, lei ha replicato: “Forse serviva per il motorino..”. Insomma, una vittima di violenze che non vuole accettare che il suo presunto aggressore possa aver tentato di toglierle la vita.