Daniele Carella, 21 anni, ferito gravemente alla schiena dalla follia omicida di Mada Kabobo, il ghanese 31enne che lo scorso sabato a Milano ha colpito ferocemente con un piccone alcuni uomini, è morto stamane. I medici hanno dichiarato, infatti, il coma cerebrale e i suoi genitori hanno deciso di donare i suoi organi, prima, però, si dovranno attendere sei ore per dichiarare definitivamente il decesso.

Due operazioni chirurgiche non sono bastate a salvare la vita del giovane aggredito alle spalle in via Monterotondo. La prima vittima, Alessandro Carolè, 40 anni, era morto dopo poco alla clinica Città Studi; rimangono gravissime, invece, le condizioni di Ermanno Masini, 64 anni, ferito alla testa.

Kabobo irregolare in Italia e con precedenti per rapina, furto e resistenza era stato foto-segnalato nel 2011, in Puglia, e intimato all’espulsione. Secondo indiscrezioni, successivamente sarebbe stato identificato durante un normale controllo circa un mese fa anche a Milano. Appena portato in caserma, dopo l’aggressione, era molto agitato e si rifiutava di farsi prendere le impronte.; ai carabinieri che lo interrogavano ha detto solo di avere fame prima di chiudersi di nuovo nel silenzio.