Adam Kabobo deve rimanere in carcere. Meglio ricordato per essere il killer ghanese che aveva ucciso a picconate tre passanti l’11 maggio 2013 a Milano, Kabobo era fuori dal carcere per via delle sue condizioni di salute mentale, che non gli avrebbero permesso di restare tra le mura di San Vittore .

Oggi ennesimo colpo di scena: i giudici del riesame hanno respinto la richiesta dei suoi legali di trasferirlo in un ospedale psichiatrico giudiziario. Richiesta che era stata avallata anche dal medico legale Marco Scaglione al quale i giudici avevano chiesto una consulenza. Un medico aveva indicato la necessità di trasferirlo in un ospedale psichiatrico giudiziario, ma l’istanza è stata respinta.

Il processo con rito abbreviato per Kabobo è fissato per il prossimo 6 febbraio.

Leggi anche:

Kabobo libero: il picconatore di Milano, per ora, non andrà in carcere

Picconate Milano: perizia, Kabobo era capace di “volere”

Picconatore Milano Kabobo: tenta di strangolare il suo compagno di cella