Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha fatto a Strasburgo un bilancio del semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea. Ovviamente traccia un bilancio positivo del lavoro fatto in Europa dal governo. Il punto di partenza del suo discorso non può che essere l’economia.

Il quadro europeo “si è deteriorato” e “data la gravità della situazione serve uno shock positivo“. Un’esempio in questo senso è rappresentato dalla deflazione che “è pericolosamente vicina in alcuni Paesi ma la Bce prenderà misure appropriate tra pochi giorni“. Nonostante i dati sulla crescita dovrebbero migliorare nei prossimi mesi, e quindi anche la recessione che attanaglia il nostro paese dovrebbe “scomparire” durante il 2015.

Il punto di vista del ministro sembra improntato al prudente ottimismo, per cui anche l’occupazione “migliorerà nei prossimi mesi“, perché “la disoccupazione segue sempre l’andamento della crescita, ma in tutti i sensi. Quindi la crescita riprenderà e l’occupazione migliorerà nei prossimi mesi“. Continuando sullo stesso piano, il debito pubblico italiano viene definito “totalmente sotto controllo“, e anche la situazione del debito pubblico greco nel 2015 dovrebbe essere in miglioramento, visto che quello che “è appena iniziato sarà un anno che in termini di crescita andrà meglio dell’anno precedente per tutti, quindi questo aiuterà anche la sostenibilità del debito” . L’importante è “continuare a lavorare per un euro solido, unito, in cui tutti i paesi contribuiscono ciascuno per la sua parte“.

Nel quadro tracciato da questo esponente di spicco del governo Renzi viene inclusa anche l’Unione Europea e la sua nuova commissione, che ora ha nuove priorità: “crescita, investimenti, occupazione“. Per Padoan “Sei mesi fa non eravamo a questo punto“. Fortunatamente in questi mesi “abbiamo fatto molti passi avanti, ma molto resta da fare“. In particolare si aspetta che la Commissione tra oggi e domani faccia uscire delle “proposte importanti” in tema di flessibilità dei conti. Vedremo.

photo credit: lisboncouncil via photopin cc