Dopo tanti anni di amore è finito il matrimonio tra Pier Ferdinando Casini, leader dell’UDC e attuale Presidente della Commissione Esteri del Senato, e sua moglie Azzurra Caltagirone. La coppia era convolata a nozze, con rito civile, il 27 ottobre del 2007, a Siena: per il leader dell’Unione di Centro si trattava del secondo sì, dopo quello avvenuto nei primi anni Ottanta con Roberta Lubich (da cui ha avuto le figlie Maria Carolina e Benedetta). Il matrimonio di Pier Ferdinando Casini con la sua prima moglie era poi terminato nel 1998, con una separazione consensuale.

Per Azzurra Caltagirone, vicepresidente della Caltagirone Editore S.p.A. – gruppo editoriale che controlla testate come Il Mattino e Il Messaggero -, quello con Pier Ferdinando Casini è invece stato il primo sì. Dal loro amore sono nati i figli Caterina e Francesco e anche per loro la separazione è arrivata in un clima di consensualità.

Per il momento i diretti interessati non sembrano aver rilasciato dichiarazioni ufficiali: in un momento tanto delicato, come solo può essere la fine di un matrimonio, è stato scelto il silenzio stampa.

A detta di qualcuno il matrimonio tra i due sarebbe naufragato per colpa delle scappatelle di Pier Ferdinando Casini. Ne parla anche Dagospia, che cita un vecchio tweet di Vittorio Feltri in cui il direttore parlava di un politico che aveva ingravidato la colf rumena. Era il primo aprile del 2013, probabilmente un pesce d’aprile ma per i più sarebbe stato proprio quello l’episodio che avrebbe sancito la definitiva rottura tra Casini e la moglie Azzurra.