Neanche la morte ferma i ladri, che hanno fatto irruzione nella villa in Maremma di Pino Daniele portando via due chitarre e del contante. I ladri sono entrati nell’abitazione che si trova in Toscana, in una zona molto campagnola, nel comune di Orbetello. Come dire, speculare sulla morte altrui e approfittare di una così triste notizia per fare irruzione e cercare il malloppo.

Una zona tranquilla

I ladri, infatti, hanno approfittato dei funerali dell’artista per intrufolarsi nella sua casa, la stessa dove Pino Daniele aveva accusato il malore che lo avrebbe portato poi alla morte. Entrati da una porta finestra della villa, come detto il bottino non è stato molto cospicuo: due chitarre, anche di un certo valore, e pochi soldi contanti. Nulla più.
A scoprire il furto la compagna di Pino Daniele, Amanda Bonini: rientrata nel pomeriggio nella sua abitazione, ha subito notato dei segni d’infrazione, con la porta finestra del retro forzata. Subito avvertiti i carabinieri, che arrivati sul posto hanno fatto un inventario di cosa mancava.

Sul posto anche la scientifica

Sul posto anche la scientifica, ma c’è da dire che la casa di Pino Daniele si trova in una zona molto isolata, cosa che ha reso assai facile il lavoro dei ladri, che hanno potuto lavorare indisturbati. La villa è dotata di un sistema d’allarme, ma questo non ha fermato i delinquenti, che hanno scavalcato la recinzione senza particolari problemi. Non è chiaro al momento quando sia avvenuto il furto.