L’edificio che ospita la sede di Piquadro a Bologna sarà presente alla mostra della Biennale di Architettura di Venezia come una delle 98 aziende presenti nello spazio espositivo dedicato al Made in Italy. L’esposizione dal nome “LE QUATTRO STAGIONI. Architetture del Made in Italy da Adriano Olivetti alla Green Economy”. L’architetto Luca Zevi in questa mostra propone le quattro stagioni dell’architettura, del territorio dell’ambiente con quelle dello sviluppo economico.

Piquadro è presente in questa mostra con il proprio stabilimento di bologna. La costruzione è stata scelta perché colpisce d’impatto per il disegno avveniristico e la posizione insolita, sul crinale di una collina. Con la sua superfice di 8000 metri quadrati per un’altezza di 13 metri, la struttura sembra un’astronave atterrata per errore nel verde dell’Appennino tosco-Emiliano.

La struttura, ideata dall’architetto Azzabi, è stata pensata come un sistema modulare composto di quattro grandi settori accostati in modo speculare per permettere l’ampliamento degli uffici, delle zone di ricerca e del magazzino in modo semplice, veloce e aggiungendo ulteriori elementi. Il modulo frontale, racchiude gli uffici e una palestra per i dipendi, mentre nella parte posteriore, i restanti 6000 metri quadrati, sono completamente dedicati al magazzino, automatizzato dove è raccolto tutto il materiale e dove vengono gestiti gli ordini di tutto il mondo con consegna in 24/48ore.

Gli uffici sono concepiti come open space per massimizzare l’utilizzo dello spazio presente all’interno della struttura. Nello stabilimento bolognese vengono ideati i lavori che poi Piquadro offre alla propria clientela tramite i vari punti vendita dislocati sul territorio. Le borse in pelle dal design tecnologico, raffinato ed elegante restano il fiore all’occhiello di un Made in Italy in fase di ampliamento anche verso il mercato mondiale.

Per maggiori informazioni: http://www.piquadro.com/it/