Finalmente è stata svelata, durante uno show inedito, splendido ed emozionante. Martedì sera allo spazio Alcatraz della Stazione Leopolda di Firenze, durante Pitti Uomo 83 (ecco i nostri “must have”), i  Planet Funk hanno messo in mostra tutto il loro stile e la loro bravura per festeggiare il 30esimo anniversario della Reebok Classic Leather e per presentare la nuova PF1999, disegnata proprio da loro.

UTILE: tutti i post sul Pitti Uomo 2013!

Classe 1983, la Classic Leather è stata la prima scarpa da running con la tomaia in pelle, diventando in poco tempo un’icona casual, perfetta per ogni occasione. La nuova PF1999, anno che ricorda la nascita della band, gioca con l’uso di materiali invecchiati di ispirazione ‘80s, come vintage suede e denim stonewashed, pelle cracked orange e uno speciale trattamento della midsole, senza dimenticare dettagli unici, come l’uso del vinile per il caratteristico vector Reebok.

I Planet Funk hanno dichiarato: Ci entusiasma questa collaborazione con Reebok perché ci vede impegnati creativamente su più fronti. Oltre ai live set e la campagna pubblicitaria, abbiamo partecipato attivamente al design del nostro modello celebrativo di Classic Leather. Questo è il tipo di collaborazione che cerchiamo con le aziende che supportano la musica!”.

Alex Neri ha aggiunto: “L’evento alla Stazione Leopolda è stato la conclusione perfetta del nostro percorso creativo con Reebok. Per noi, abituati a fare musica, è stato avvincente e molto stimolante creare il design di una scarpa che rispecchia appieno il nostro spirito ed il nostro stile”.

La sneakers, in edizione limitata, fa parte della collezione Spring Summer 2013 del brand e sarà disponibile solo nei migliori fashion stores italiani a partire da aprile 2013 (140 euro), tra i quali: Al Duca D’Aosta (Padova, Udine, Venezia, Mestre); Black Stone (Bologna); BopSport (Riccione); Brian&Barry (Milano); CaffèModaRinaldi (Foligno); CottonClub (Monza); Culpado (Bari); Duke (Vignola); FK Sneakers (Gaeta); Hot Stuff (Jesolo); Julian Fashion (Milano Marittima); LuisaViaRoma (Firenze); Lutema(Cagliari); Mario Forni (Genova); One Block Down (Milano); Pritelli (Rimini, Cattolica); Rinascente (Milano); Smooth (Perugia); Sneaker 76 (Taranto); Suede(Roma); Tessabit (Como); Touch Down (Bergamo); Urban Jungle (Napoli, Caserta, Salerno, Sorrento, Agnano, Castellammare di Stabia, Cava dei Tirreni); White Gallery (Roma).

INTERVISTE:
Leonardo.it incontra Barbara Grotto di Gas Jeans.