In occasione della 85esima edizione di Pitti Immagine Uomo, svolta presso la Fortezza da Basso di Firenze dal 7 al 10 gennaio 2014 (clicca qui per sapere tutte le novità di questa edizione), Gabriele Pasini presenta la nuova collezione della stagione autunno/inverno 2014-2015, che ha l’intento di raccontare il mondo dei tessuti di una volta, come il gobelin, dandogli un aspetto innovativo grazie ad accostamenti inaspettati.

Dal parka in murmasky alla field-jacket disponibile con la variante in astrakan o piumino, in gobelin ciniglia e foderato con camouflage, questa collezione fa intentere come il brand tenda a ri-eleggere il classico con giochi surreali nei contrasti. Il tessuto gobelin, padrone di questa stagione, viene declinato in ciniglia sovrastampata o in tessuto garzato monocromatico con trame a rilievo, rinnovando i capi classici come la giacca smoking con tessuto gobelin in ciniglia sovrastampata in Galles rifinita con bordi in raso. Il cotone cerato, tipico delle tute da lavoro, viene usato invece per giacche sartoriali e la stampa mimetica viene ottenuta da un jacquard sfumato, stampato su un tessuto tecnico.

Per questa stagione il brand vuole rivoluzionare anche lo stile anni ’70 con un mix tra volumi morbidi e tessuti legnosi stile retrò: da abiti tre pezzi in degradè, giacche jersey da colori viola pallido camo o verde mela fino a pantaloni a vita alta con pences, tessuto flanelle sfumato e drappo jacquard, mentre per il modello cargo in micro pied de poul e rigati.

La collezione è composta anche da camicie in seta stampata o in cotone degradè che spezzano i colori uniti degli abiti grazie alle loro fantasie cromatiche dai richiami Afro, ma anche da una linea di maglie reversibili in gobel jaquard, di sciarpe colorate gobelin in lana e da felpe con cappuccio foderato in nylon camouflage o gobelin. I colori più usati per questa stagione sono blu e grigio charcoal, accostati a fantasie classiche re-interpretate nel degradè della trama dei fili di camicie e maglieria, fantasie in madras, galles e gessato.

Ecco alcune foto: