New Balance, marchio leader a livello mondiale nella categoria calzature e abbigliamento sportivi, è nata a Boston nel lontano 1906 e negli ultimi 3 anni il fatturato generato dalla New Balance International ha avuto un notevole incremento. A sostegno di questa forte crescita è previsto un consolidamento del business e un rafforzamento del brand in alcune categorie chiave come il Performance Running; uno sviluppo retail che prevede il raddoppiamento dei punti vendita, con due prossime aperture strategiche in Italia (Milano e Firenze) e un programma di lancio di una nuova piattaforma digitale internazionale supportata da un vasto piano di comunicazione.

A svelarci le tantissime novità e i progetti di questo brand in forte crescita è stato Fabrizio Bernabei, Direttore Commerciale New Balance, in una splendida chiacchierata in occasione dell’edizione numero 88 di Pitti Uomo.

Qual è in DNA New Balance?

“Il DNA del brand è lo sport, in particolare il running. L’azienda nasce 110 anni fa con l’obiettivo di realizzare scarpe per chi corre e, oggi più di prima, il focus è rimasto questo a livello globale e in Italia siamo ovviamente allineati con quelli che sono gli obiettivi mondiali dell’azienda. Quando dico che è l’obiettivo vuol dire che non è il core business in questo momento, non è quello che produce più fatturato, in Italia perlomeno, ma è sicuramente la categoria in cui sono fatti i maggiori investimenti, dove vengono spese maggiori risorse in termini di ricerca di prodotto, tecnologie, innovazione. Tutto nasce dal running e è da qui che l’azienda sta guardando al futuro. L’obiettivo è appunto quello di diventare i più bravi nel running e nel business dello sport. Per quello che riguarda L’Europa lo sviluppo avverrà anche per il tennis e il calcio, mentre nelle altre parti del mondo anche  per il cricket o il baseball ad esempio, il focus in tutti i casi rimane sempre e comunque lo sport. In Italia in particolare il mondo del fashion, della moda, è importantissimo esiste quindi tutto un business dietro il mondo di quella che noi definiamo la parte Classic, che tende sempre più ad evolversi con prodotti che provengono dalla heritage, prodotti di retrorunning che diventano fashion.”

Quali sono le novità che presentate quest’anno in occasione del Pitti?

“New Balance presenta le nuove collezioni dei modelli cosi detti ibridi, che racchiudono caratteristiche tecniche ed elementi fashion: un’intersuola tecnica può essere abbinata ad una tomaia classic o viceversa. Si sta fortemente ampliando il mercato moda anche perché, soprattutto in Italia, il consumatore vuole qualcosa di nuovo, i giovani cercano sempre più un prodotto che abbia contenuti tecnici ma che sia anche cool: ecco perché oggi molti ragazzi usano le scarpe da running come accessorio moda, non più solo vintage o tradizionali. Le altre collezioni degne di nota sono sicuramente le Made in UK e Made in USA: New Balance è l’unica azienda nel mondo dello sport ad avere questo plus valore, ovvero fabbriche di produzione di proprietà del brand in Inghilterra e a Boston, dove vengono realizzati prodotti di fascia alta che hanno un posizionamento, a livello di retail, molto importante.”

(Clicca qui per leggere tutte le interviste di Leonardo.it al Pitti Uomo 88)