Eccomi qua in diretta da Firenze e dal primo caldissimo giorno di Pitti Uomo.

Manifestazione stupenda e piena di eccellenze che oggi ho avuto modo solo di assaggiare (da domani full immersion).

Arrivata in Fortezza sono stata subito catapultata (un caso, davvero) nel regno delle calzature marchigiane con Alberto Guardiani.

Ho toccato con mano tutta la collezione (qui una preview) per la prossima Primavera Estate 2014 e devo ammettere che, per una volta, cari maschietti vi ho invidiato.

Perchè?? Leggerezza ed eleganza insieme. E tanto, tanto colore.

Sì, avete capito bene, perchè per essere eleganti non serve indossare chissà tipo di calzatura “ingessata”.

E nera.

Scarpe come piume, con fondi leggerissimi e molto particolari, doppio materiale nella tomaia (crosta e pelle insieme) e colori molto vivaci mi hanno immersa in un’atmosfera in pieno stile dandy.

Per non parlare dei materiali utilizzati in alcuni modelli (qui nell’ultima foto): per la prossima estate la scarpa sarà stropicciata, slavata, invecchiata.

E devo ammettere che ho ritrovato questo mood (stropicciato, scucito, slavato) in molte altre collezioni in giro per il Pitti, anche nell’ambito dell’abbigliamento.

Seguitemi live nei prossimi giorni su Facebook, Twitter, Instagram con gli hashtag #leofashion e #pittinatelli per scoprire con me la moda uomo che verrà.