Chi ha studiato marketing come me sa quanto la location sia importante nella presentazione di un brand e di una collezione.

Gas, storico nome del denim italiano, ha pensato bene di allestire, all’interno della Fortezza da Basso, un vero e proprio stand – acquario.

Sì, ieri mi sembrava di essere in un acquario meraviglioso data la presenza costante dei rimandi al mare e al mood navy che è stato scelto come fil rouge di tutta la collezione primavera estate 2014 sia per lei che per lui.

Al centro di questo “acquario” tutta un’area dedicata alle due ruote visto che questa edizione di Pitti Uomo è completamente dedicata al mondo delle moto: GAS Jeans non poteva mancare questa occasione per celebrare in grande stile i 15 anni della collaborazione che lega il marchio alla prima casa motociclistica mondiale nella sponsorizzazione del team Repsol Honda per la classe regina del campionato MotoGP.

15 anni di successi, vittorie e qualche caduta vissute sempre “a tutto GAS” con passione, grinta, determinazione e voglia di vincere, valori e sentimenti che accomunano le due aziende e i piloti del team.

Foto, cimeli e memorabilia, tra le quali la tuta con la quale Valentino ha vinto il mondiale del 2002 e la moto con la quale Dani Pedrosa ha corso nel 2010, ripercorrono le tappe più significative di questo percorso iniziato nel lontano 1998 con la vittoria di Mick Doohan.

A fare da sfondo a questi preziosi cimeli la collezione maschile che vede un uomo viaggiatore, che esplora il mondo con la sua barca a vela e che indossa abiti sporcati dalla sabbia, scoloriti dal sole.

T shirt, camicie e jeans rovinati appositamente per creare quell’effetto che i marinai conoscono bene sui loro capi.

L’Uomo GAS rivisita in chiave avant-garde i classici stilemi del guardaroba marinaro: dal peacoat alla giacca-divisa, dal blazer alla felpa da velista. Anche i tessuti si adattano con naturalezza a questa filosofia, traendo vantaggio dalla modernità senza farsene dettare i tempi: capi in leggerissima piuma iniettata e in cotone-nylon spalmato da indossare da soli o in un gioco di sovrapposizioni sotto ai capi spalla in felpa.

I piumini sono presentati in toni freschi ed estivi e spaziano dal bomber, alla giacca camicia, dal giubbo con cappuccio staccabile fino al gilet. Ogni capo ha l’interno in contrasto per abbinamenti di colore inediti e dalla forte personalità.

GAS punta sulla giacca e lo fa per l’estrema versatilità che da sempre caratterizza il capo.

Icona di mondi a volte molto diversi tra loro, il brand propone dalla classica FANCIER nei colori marina, alla proposta in maglia di cotone effetto twill, alla tela dall’aspetto denim accoppiata con la riga. Mentre l’iconico bomber in pelle, in diverse varianti colore, esplora anche la dimensione eco.

Anche la FIELD JACKET da viaggio gioca con le sovrapposizioni e la funzionalità. La parte staccabile è in piuma coloratissima e leggerissima, così come l’esterno altrettanto leggero e quasi tascabile.

Il jeans, vero e proprio cuore del brand, viene declinato anche in una capsule dal nome “Denim Atelier“: un progetto tutto made in Italy di cimosato in tre tele di colore bianco, nero e blu.

Nati nel laboratorio di ricerca e sviluppo dell’azienda, l’Artisanal Room, i capi di questa capsule collection esprimono la qualità dei materiali e l’innovazione in tema di lavaggi e lavorazioni al massimo delle potenzialità: l’eccellenza del denim, anima e DNA del brand.

Fanno parte di quest’offerta i capi 100% Made in Italy, con cuciture e dettagli ispirati al tricolore che ne evidenziano la provenienza, e la proposta Selvedge Denim, realizzata in preziosa tela cimosata prodotta sui tradizionali telai a navetta ad altezza ridotta.

I capi della proposta Selvedge sono curati nei minimi particolari: dettagli di cimosa sui passanti e sulle tasche e ancora salpa in cuoio Chesterfield, bottoni, fettucce e tasche interne che ne riprendono il colore. Un rivetto in oro puro sottolinea definitivamente l’esclusività del capo.
I lavaggi e i trattamenti rappresentano un perfetto equilibrio tra innovazione e artigianalità

Procedure tra le più avanzate e innovative del settore e tecniche manuali evidenziano il sapore autentico e il look real used di questi capi, declinati in due modelli che hanno fatto la storia di GAS, WARRIS e MORRISON.

Per quanto riguarda le tonalità vediamo tutte le  sfumature del mare: quelle del mediterraneo, dall’azzurro al blu intenso, e quelle più tropicali che vanno dall’acquamarina per la donna, al verde bottiglia per l’uomo. Un richiamo perfetto al tema di stagione dal sapore estivo e vacanziero.

(Seguitemi live con gli hashtag #pittinatelli e #leofashion su Facebook, Twitter ed Instagram)