Brutte notizie per gli italiani. Dal 3 luglio scatteranno i rincari ad alcune voci delle tariffe postali. Per inviare lettere e plichi, in base alla tariffa di posta ordinaria, sarà necessario pagare qualcosa in più in molti scaglioni di peso (di contro alcune tipologie saranno ridotte). Una lettera o una cartolina fino a 20 grammi costerà 1,10 euro anziché 95 centesimi (prezzo attuale). Aumenti anche per le lettere da inviare all’estero: nel primo scaglione di peso e nell’area europea e mediterranea bisognerà spendere 15 centesimi in più. 1,15 euro anziché 1 euro.

Le tariffe della Posta raccomandata interna, invece, saranno incrementate in tutti gli scaglioni di peso: per gli invii fino a 20 grammi si passerà a 5,40 euro anziché gli attuali 5 euro. Piccoli rincari che peseranno sulle tasche dei consumatori.

Incrementate, tra l’altro, le tariffe delle comunicazioni relative alle notifiche degli Atti giudiziari. Aumentano inoltre le tariffe della Posta assicurata interna: per gli invii di valore fino a 50 euro e di peso fino a 20 grammi si passerà a 6,20 contro i 5,80 euro attuali.

Passiamo, infine, al capitolo pacchi Poste Italiane. La struttura degli scaglioni di peso del Pacco ordinario passerà dagli attuali due (0-10 kg; 10-20 kg) a tre (0-5 kg; 5-10 kg; 10-20 kg). Le tariffe dunque cambieranno così: 0-5 kg 9 euro; 5-10 kg 11 euro; 10-20 kg 15 euro.