A Bruxelles, Manfredi Lefebvre d’Ovidio, Presidente dell’europea Cruise Council e membro del Comitato Esecutivo di Cruise Lines International Association, fa sapere che i porti di tutto il mondo dovranno adottare tre nuove misure di sicurezza. Questa rigidezza arriva in risposta agli eventi che hanno visto coinvolte diverse navi da crociere, negli ultimi mesi, a partire dalla Costa Concordia cui relitto giace ancora davanti alle coste dell’isola del Giglio.

La prima regola da adottare riguarda la programmazione delle rotte delle navi, un ufficiale preposto sarà il responsabile della pianificazione delle rotte che dovrà essere approvata dal comandante. Questa dovrà poi essere comunicata ad ogni membro del personale del ponte di comando.

La seconda riguarda l’accesso del personale al ponte di comando che, in caso si manovre specifiche o situazioni particolari, dovrà essere limitato al fine di evitare eventuali rischi di distrazioni.

La terza si riferisce ai giubbotti di salvataggio cui numero dovrà risultare superiore rispetto a quanto attualmente previsto dalla legge, così da accertarsi che ce ne siano abbastanza per tutti, passeggeri e membri dell’equipaggio.