Una vera e propria ‘pizzeria da incubo‘ quella scoperta in Corso Trapani 190 a Torino il cui titolare, un uomo italiano di 73 anni, è stato denunciato per frode in commercio.

Sono stati gli agenti della Divisione polizia amministrativa e sociale della Questura di Torino a scoprire le condizioni davvero disastrose del locale, soprattutto per quanto riguarda i frigoriferi, uno collocato in cucina e gli altri due nel cortile dello stabile. A dispetto di quanto afferma la normativa, gli elettrodomestici erano tutti posti in vani ove la muratura era priva di intonaco e i soffitti composti da sole lamiere, ma quello che ha sconcertato maggiormente gli agenti è stato il loro contenuto. Ad essere conservati nei frigoriferi c’erano tutti cibi scaduti e privi di etichettatura, tra torte congelate e abbandonate senza una copertura, mozzarelle ormai ingiallite e calamari che giacevano chissà da quanto tempo lì. Per non parlare della frittura di paranza e delle patatine fritte che, contrariamente a quanto scritto su menù, non erano per niente fresche ma congelate da giorni. I poliziotti hanno anche scoperto, sempre in cortile, dei sacchi di patate riposti tra pneumatici, scarpe e altro materiale. Insomma, condizioni igieniche indescrivibili, tanto che è già stata data comunicazione al Comune e all’Asl per i provvedimenti di competenza.

pizzeria