L’esponente del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio ha pubblicato su Facebook un post che ha fatto scoppiare un bel po’ di polemiche. Nel post in questione, Di Maio ha scritto, tra le altre cose: “L’Italia ha importato dalla Romania il 40 per cento dei loro criminali. Mentre la Romania sta importando dall’Italia le nostre imprese e i nostri capitali. Che affare questa UE!“.

La prima reazione a questa affermazione e ad altre fatte da Di Maio è stata quella di Gianni Pittella, attualmente capogruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici al Parlamento europeo, che ha commentato così: “Che idiozia! Come può un esponente di spicco del Movimento Cinque Stelle e vicepresidente della Camera lasciarsi andare a idiozie del genere sul conto di un intero popolo, quello rumeno, che tanto ha dato in termini umani, sociali ed economici all’Italia. Non si tratta di razzismo ma ahimè di becera ignoranza. Torna a studiare Di Maio! Risparmiaci il tuo quotidiano festival delle idiozie“.

Le affermazioni fatte su Facebook da Luigi Di Maio hanno attirato anche lo sdegno da parte dell’ambasciatore romeno George Gabriel Bologan che in una lettera di replica inviata al quotidiano La Stampa ha scritto, tra le altre cose: “Le parole, anche se in un certo contesto, possono offendere senza che questo sia il fine voluto. La comunità romena è ben integrata nel tessuto sociale italiano. Al di là della dialettica politica interna che non mi riguarda, credo che i messaggi positivi possano dare di più“.

Questo il post integrale che Luigi Di Maio ha pubblicato su Facebook: