La polizia di East Liverpool, nell’Ohio, ha voluto pubblicare sulla propria pagina Facebook due foto shock in cui vengono mostrati un uomo e una donna tossicodipendenti in preda ad un’overdose, riversi sui sedili anteriori di un’automobile mentre su quelli posteriori si trova il piccolo bambino della donna. Consapevoli del fatto che le immagini potessero essere davvero molto dure, i poliziotti hanno comunque deciso di volerle pubblicare per dare una voce al dramma del bambino.

Abbiamo sentito il bisogno di mostrare gli effetti di questa terribile droga. E volevamo dare voce  al bambino, vittima di questo dramma“, queste le motivazioni ufficiali fornite dal dipartimento di polizia che si è occupato del caso.

I poliziotti hanno spiegato di essere riusciti a scoprire quanto stava accadendo quando hanno notato un’autovettura che procedeva in strada zigzagando. Quando sono riusciti ad affiancare l’auto ad un semaforo, l’uomo che la guidava ha spiegato loro che stava trasportando in ospedale la compagna, seduta accanto a lui. Dopo aver detto questo anche lui avrebbe perso i sensi. Le forze dell’ordine hanno immediatamente notato che sui sedili posteriori sedeva il figlio di quattro anni della donna. La coppia è stata trasportata poi in ospedale ed è riuscita a salvarsi dall’overdose mentre il bambino è stato dato in affidamento ai servizi sociali.

Ecco le due foto shock postate dalla polizia di East Liverpool, pubblicate perché: “Speriamo che questa storia possa convincere chi si droga a pensarci due volte prima di iniettarsi questo veleno quando ha la responsabilità di un bambino“.