I carabinieri del comando provinciale di Pordenone stanno indagando sulla tragica morte di una coppia di fidanzati ritrovati senza vita nel loro appartamento di Spilimbergo.

Si tratta di Michela Baldo, 30 anni, e Manuel Venier, ex guardia giurata di 37: stando alle prime rivelazioni fornite dagli investigatori è probabile che possa trattarsi di un caso di omicidio-suicidio.

I due sono stati rinvenuti riversi sul pavimento della cucina, dove erano caduti anche diversi bossoli di pistola, per un totale di sei. La ricostruzione fornita al momento dai carabinieri vorrebbe Venier aver esploso i primi quattro colpi in direzione della donna, utilizzando un cuscino a guisa di silenziatore, e poi si sarebbe sparato per due volte.

I carabinieri hanno trovato la sua automobile sul retro dell’appartamento della ragazza, forse per non essere visto dai genitori di lei. A quanto pare all’origine della tragedia potrebbe esserci stata la fine della loro relazione, dato che la Baldo avrebbe lasciato l’uomo appena tre giorni fa.

Questi però sarebbe stato in possesso delle chiavi della casa, ed è probabile che Michela ritornando a casa da lavoro abbia trovato il suo ex ad attenderla.

Ad avvertire le forze dell’ordine sarebbe stata una vicina, allertata perché la ragazza non rispondeva al telefono, seguita poi dalla madre di Venier, che si è accorta della scomparsa della pistola dell’ex guardia giurata, detenuta legalmente.

Per poter entrare nell’appartamento i carabinieri hanno dovuto chiedere l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno sfondato la porta, solo per ritrovarsi davanti alla macabra scena.