Paura e disperazione in Portogallo dove è divampato un violentissimo incendio boschivo nell’area di Pedrogao Grande causando almeno 25 morti (altre fonti parlano già di 39 vittime, ndr). 16 le persone che sono morte, intrappolate nelle loro auto in fiamme; altre tre, invece, sono decedute a causa di inalazione di fumo.

Portogallo, 20 feriti di cui 14 gravi

Ci sarebbero anche due dispersi e ben 20 feriti, di cui 14 trasportati in gravi condizioni in ospedale, così come confermano i media locali. Anche i vigili del fuoco sarebbero rimasti lievemente intossicati.

Per il Segretario di Stato agli Interni, Jorge Gomes, le fiamme – che hanno portato alla morte di almeno 25 persone – si sono propagate con “molta violenza” e “inspiegabilmente”. Non è stata resa nota nemmeno l’entità del danno: saranno gli inquirenti a fare il punto della situazione e a chiarire la dinamica dei fatti. Intanto il presidente del Portogallo Marcelo Rebelo de Sousa si è recato sul luogo della tragedia esprimendo cordoglio alle famiglie delle vittime e “condividendo il loro dolore a nome di tutti i portoghesi”.

Portogallo, nel 2003 morirono 20 persone

Si tratta dell’incendio col numero di vittime più alto degli ultimi anni in Portogallo: nel 2003, ad esempio, 20 furono le vittime di incendi divampati in diverse località del Paese.