Aveva solo 18 anni Filippo Marin, lo studente di Venezia che è morto in Portogallo in seguito a un incidente avvenuto sulla scogliera di Praia Mareta, nei pressi di Sagres, sita nel sud del Paese.

Secondo le cronache locali l’allarme sarebbe partito intorno alle 2.40 della scorsa notte, proprio nei pressi della spiaggia di Mareta.

Stando alle testimonianze dei presenti il giovane sarebbe scivolato all’improvviso mentre stava percorrendo un sentiero scosceso per ammirare meglio il tramonto dal punto più alto della scogliera, precipitando nel vuoto da un’altezza di circa 60 metri. La dinamica dell’incidente però resta ancora da accertare.

A confermare la notizia anche l’ambasciatore in Portogallo, Giuseppe Morabito, congiuntamente al console onorario Francesco Berettini: i due sono impegnati a tenere i contatti con le autorità portoghesi e hanno già provveduto ad accogliere i genitori di Filippo, arrivati dall’Italia.

Lo studente si trovava in Portogallo insieme ad alcuni amici, come vacanza premio dopo aver conseguito la maturità al liceo artistico Marco Polo di Venezia. Appassionato di architettura, aveva vinto di recente il concorso della Fondazione dott. Gerard e Phyllis Seltzer inerente proprio la sezione della disciplina amata.

Il corpo del ragazzo è stato recuperato nella giornata di oggi dalla polizia marittima e dai vigili del fuoco.