Arseniy Yatsenyuk da le sue dimissioni come Premier dell’Ucraina. L’annuncio dopo il letterale sbriciolamento della coalizione governativa che sosteneva il governo.

Annuncio le mie dimissioni, data la disgregazione della coalizione e il blocco delle iniziative governative” ha dichiarato l’ormai primo ministro denunciando come “crimine politico e morale” la decisione presa da alcuni deputati di interrompere importanti processi legislativi, che miravano a riforme e a nuove leggi essenziali.

Oggi non sono state votate le leggi, non abbiamo di che pagare la polizia, i dottori, gli insegnanti, non abbiamo soldi per comprare fucili o per rifornire di benzina gli autoblindo” ha dichiarato riferendosi alle difficoltà incorse per via degli scontri contro i separatisti filorussi nell’est del paese.

photo credit: Atlantic Council via photopin cc