Don Andrea Contin, così si chiama il prete hot che avrebbe fatto sesso con sette donne e che ha trasformato una parrocchia di Padova in un “set” a luci rosse. Un gravissimo scandalo sessuale che ha sconvolto San Lazzaro di Padova. Nessuno poteva pensare che Don Andrea potesse fare questo. E, invece, è stato indagato per violenza privata e favoreggiamento della prostituzione ai danni di alcune parrocchiane che con lui avrebbero avuto rapporti sessuali. Un’inchiesta che è partita grazie alla denuncia di una donna e alle testimonianze di tutte le altre.

Prete hot, le confessioni choc delle donne

“Avevo una storia d’amore con lui dal 2012 ma con gli anni è diventata violenta. Mi ha anche minacciata con un coltello [...] Non ero in cerca di uomini, avevo una vita normale, un figlio ed ero impegnata in parrocchia solo per volontariato. E’ stato lui a farmi pressioni” ha dichiarato una donna, come riportato da “Il Mattino” di Padova. Sempre secondo la sua versione dei fatti, la vittima sarebbe stata indotta a fare sesso anche con altre persone.

Prete avesta allestito la stanza del sesso in canonica

Emerge, inoltre, che i rapporti sessuali avvenissero a qualunque ora del giorno e della notte e che in canonica ci fosse una stanza zeppa di fruste, vibratori e oggetti sadomaso. Tutti gli incontri venivano filmati dal sacerdote che poi li catalogava coi nomi dei Papi.