Lo storico bar-ristorante-rosticceria “Accademia” in via del Tritone 54, zona centralissima di Roma, è finito sotto accusa per un servizio estremamente costoso. La clientela, formata prevalentemente da turisti che sostano lì grazie alla posizione perfetta a pochi passi dalla Fontana di Trevi, rimane puntualmente sconvolta dai prezzi esorbitanti che si ritrovano sul conto anche solo per una bottiglia d’acqua.

Se si consuma al banco la spesa è accettabile, anche se ugualmente alta, ma con il servizio al tavolo i prezzi arrivano davvero alle stelle: un bicchiere di birra costa 9 euro, 8 un calice di vino bianco, 6 o 5 un’acqua minerale, 5 un cappuccino e 4 un caffè, per non parlare del cibo in quanto per una caprese si arriva a spendere 15 euro e per una semplice insalata 12. La furbata del locale è la decisione di non esporre i prezzi in modo che i clienti, ignari ed assetati, consumino senza avere idea del conto salato a cui vanno incontro. Ovviamente gli utenti di Tripadvisor si sono scagliati contro la gestione del bar, tanto che su 506 recensioni in 385 casi il giudizio è ‘pessimo’ e in 43 è ‘scarso’, con tanto di commenti al vetriolo sotto tutti i punti di vista: “Una trappola per turisti“; “Una rapina senza passamontagna“; “Al largo da questo luogo“; “Il bagno intasato e schifoso“; “Il peggiore in assoluto“.

accademia