Mancano solo tre settimane alla Maturità 2015, che prenderà il via Mercoledì 17 giugno con la prima prova di italiano. L’ansia è ormai alle stelle e numerosi sono i ragazzi che ricorrono al web nel disperato quanto vano tentativo di scoprire in anticipo le tracce selezionate dal Miur per la prima prova scritta. Lo ribadiamo subito: una fuga di notizie dal ministero è, anche per quest’anno, altamente improbabile. Meglio impiegare il proprio tempo leggendo i quotidiani e documentandosi sui principali fatti accaduti diciamo tra marzo 2014 e la primavera di quest’anno. Il ministero è infatti solitamente in questo lasso di tempo che va a parare per quanto riguarda soprattutto le tracce per il tema di attualità, ma non solo.

Ecco dunque una riflessione guidata sui principali fatti di attualità e sulle ricorrenze storiche che potrebbero dar vita alle tracce per la prima prova d’esame.

Partiamo dalla TIPOLOGIA C, ovvero il tema storico: Ricorrono quest’anno i 100 dall’entrata dell’Italia nella 1° Guerra mondiale (24 maggio 1915) e i 75 dall’entrata nella 2° Guerra mondiale (10 giugno del 1940). Una traccia sulle guerre del ‘900 risulta dunque verosimile. Sempre nel 2015 ricorrono tuttavia anche i 200 anni dal Congresso di Vienna (9 giugno 1815) e dalla battaglia di Waterloo (18 giugno 1815).

 Passiamo quindi alla TIPOLOGIA B, ovvero un articolo di giornale o un saggio breve a scelta tra: ambito artistico – letterario: a tal proposito ricorrono quest’anno i 125 anni dalla morte di Van Gogh, ma anche i 40 da quella di Pierpaolo Pasolini (1922-1975), poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, drammaturgo e giornalista, recentemente protagonista di un film che racconta proprio l’ultimo giorno della sua vita. Non escluderei dunque una traccia inerente alle inquietudini dell’artista moderno e il suo ruolo nella società. Per l’ambito socio/economico e storico/politico parecchio gettonata è una traccia incentrata su immigrazione, clandestini e razzismo in Italia e nel mondo o schiavitù e diritti dell’uomo, ma anche prostituzione minorile/ sfruttamento minorile. Sono infatti molte le ricorrenze che potrebbero aver orientato il Ministero verso tali tematiche, a partire dall’accordo (il Global Freedom Network) firmato da papa Francesco, del grande Imam di Al Azhar e dell’arcivescovo di Canterbury per Sradicare la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani (definite “crimine contro l’umanità”) entro il 2020. Alla tematica si ricollegano inoltre i 50 anni dalla morte di Malcom X, attivista statunitense che si battè per i diritti degli afroamericani, assassinato a New York nel 1965; i 150 anni dall’abolizione della schiavitù (il 31 gennaio 1865, con il XIII emendamento alla Costituzione, il Congresso degli Stati Uniti aboliva la schiavitù); i 150 anni dall’assassinio di Abraham Lincoln (15 aprile 1865), uno dei più importanti e popolari presidenti degli Stati Uniti, colui che ratificò il XIII emendamento e i 25 anni dalla fine dell’apartheid e la liberazione di Nelson Mandela dopo 27 anni di carcere (1990). Per quanto riguarda infine l’ambito tecnico-scientifico bisogna ricordare che nel 2015 si celebrano i 100 anni dalla teoria della relatività di Einstein e i 70 anni dalla bomba atomica che distrusse Hiroshima, ma altrettanto papabile è il sempre valido tema su web e social network, collegato al 10° anniversario della nascita di Youtube e ai 40 di Microsoft.

Ancora più numerose le varianti ricollegabili ai numerosi fatti d’attualità accaduti nel 2015, oggetto della TIPOLOGIA D. L’integrazione tra Islam e culture occidentali è uno dei temi caldi dell’anno, con l’Isis e i fatti accaduti in Francia alla redazione di Charlie Hebdo in prima linea. A quest’ultimo potrebbe inoltre ricollegarsi con facilità anche un tema sulla libertà di stampa o sul terrorismo. Altri argomenti di potenziale interesse sono naturalmente EXPO 2015, con collegamento a tecnologie alimentari, alimentazione sana, rapporto fra uomo e cibo ecc. e l’immigrazione, con lo sbarco dei centinaia di migliaia di clandestini sulle coste italiane. Da segnalarsi infine, ma verosimilmente meno probabile, la fine dell’embargo tra Stati Uniti e Cuba.

Venendo infine al tema letterario, ovvero la TIPOLOGIA A, gli autori più quotati sembrano essere quest’anno Svevo, Pirandello e Dante, di cui ricorrono i 750 anni dalla nascita. E’ questo, tuttavia, l’ambito in cui fare previsioni risulta più difficile (Leggi anche: Tracce Tema Maturità, esempi e tipologie).