Le primarie del centrosinistra non si sono esaurite col duello tra Bersani e Renzi. Prima della sfida nazionale fra i candidati ai posti in Parlamento, prevista per la fine di dicembre, è il momento della selezione per la guida della Lombardia. Oggi infatti sono aperti, dalle 8 alle 20, 1.033 seggi per scegliere il candidato alla presidenza della Regione, colui che affronterà l’esponente o gli esponenti del centrodestra.

Possono votare tutti i maggiori di 16 anni residenti in Lombardia, italiani, europei o extracomunitari. E’ necessario presentare carta d’identità e, per chi ne è in possesso, tessera elettorale. Si deve versare un contributo di 1 euro e fornire i propri dati anagrafici.

I candidati che aspirano a prendere il posto occupato da Formigoni sono tre. Andrea Di Stefano, Umberto Ambrosoli e Alessandra Kustermann (da sinistra nella foto). A differenza delle primarie nazionali, il turno è unico. Vince chi prende più voti. Per tenere bassi i costi, durante questa specifica campagna elettorale sono state vietate forme di pubblicità a pagamento. I candidati avevano un tetto massimo di spesa di 30mila euro e hanno dovuto comunicare ogni contributo superiore ai 500 euro.