Le primarie del Pd hanno decretato i candidati alla fascia di sindaco per il centrosinistra in varie, e importanti città. Riflettori puntati innanzitutto su Roma, dove a prevalere è stato Roberto Giachetti, però nella Capitale i numeri dell’affluenza non sono stati particolarmente brillanti. Maggiore partecipazione invece a Napoli, dove ad avere la meglio alla fine è stata Valeria Valente, riuscita a superare Antonio Bassolino.

Roberto Giachetti, il vincitore delle primarie del Pd a Roma con circa il 70% delle preferenze contro il 30% del “rivale” Roberto Morassut, si candida quindi a successore del discusso Ignazio Marino. Ghiachetti ha commentato dichiarando: “Io intendo vincere le elezioni a Roma restando il Roberto Giachetti che tutti conoscono. Oggi abbiamo giocato un’amichevole. Io intendo vincere le elezioni a Roma e non è così scontato. Noi siamo in campo per vincere e io voglio vincere a modo mio, restando una persona onesta e libera soprattutto”.

Il vincitore delle primarie nella Capitale ha quindi aggiunto: “Voglio essere libero anche da certi meccanismi della politica. Voglio parlare forte e chiaro anche al mio Pd: fate una lista di persone pulite al di sopra di ogni sospetto di cui tutti saremo orgogliosi, perchè Roma e i romani un’altra occasione non ce l’avranno. Gli elettori capiscono molto bene. Ora è il Pd che deve dimostrare di aver capito gli elettori. […] In giunta con me porterò solo persone competenti e appassionate, che presenterò alla città 15 giorni prima del voto”.

Le primarie del Pd a Roma hanno fatto registrare un notevole calo nell’affluenza rispetto a quelle del 2013, in cui a vincere era stato Ignazio Marino: 50 mila votanti, contro i 102 mila delle precedenti primarie.

Buona invece la partecipazione a Benevento, Grosseto, Trieste e Bolzano, oltre che a Napoli. In quest’ultima città ha prevalso Valeria Valente che, dopo la vittoria con il 43,7% dei voti contro il 42,2% di Bassolino, ha dichiarato: “Napoli ha scelto di guardare avanti con una nuova classe dirigente. Grazie a tutti i cittadini. E ora tutti insieme nel centrosinistra per tornare al governo della città”.

Antonio Bassolino ha ammesso la sua sconfitta: “Ho dato un contributo alla battaglia per la partecipazione, con passione e caparbietà, con tutte le mie forze. Spetta a chi ha vinto il compito di andare avanti. Auguri di buon lavoro e continuiamo la battaglia per Napoli”.

Alle primarie Pd di Trieste c’è stato invece il trionfo di Roberto Cosolini con il 65,02% delle preferenze, e a Benevento bene Raffaele Del Vecchio, vicesindaco uscente che ha avuto la meglio con il 66% dei voti. A Bolzano la vittoria è andata a Renzo Cremaschi che, con 762 voti, ha superato Sandro Repetto fermo a 726, mentre a Grosseto le primarie sono andate a Lorenzo Mascagni che, con 3.576 preferenze, ha staccato l’ex vicesindaco Paolo Borghi che ne ha ricevute 2.931.