Un sondaggio a 48 ore prima del voto per le primarie, qui dove e quando votare, che eleggerà il prossimo segretario nazionale del Partito Democratico e l’assemblea.

La notizia di ieri è che l’ex premier Romano Prodi, e padre nobile del partito, si recherà alle urne assieme agli altri elettori del Pd, oggi però sono i sondaggi a tenere banco. Secondo l’ultima rilevazione dell’Istituto demoscopico Ixé per Agorà (Rai3), il favorito rimane il sindaco di Firenze che risulta in crescita al 59% mentre Gianni Cuperlo  perderebbe due punti, al 21%, forse anche per l’ottima performance di Giuseppe Civati, salito al 14% nel confronto tv su Sky.

I tre contendenti hanno tre visioni del partito diverse, anche nel confronto con il governo Letta si distinguono: il più “lettiano” sembra Cuperlo, quello che vuole far cadere subito il governo appare Civati, mentre quello che dice e non dice è il favorito per il voto dell’8 dicembre, Matteo Renzi.

Sui votanti e il vincitore, Roberto Weber, presidente Ixé, è sicuro: “Abbiamo la sensazione che domenica ci saranno 2 milioni di votanti o forse anche di più. Nelle ultime settimane c’è stato un grande consolidarsi di Cuperlo e Civati, mentre Renzi è rimasto pressoché stabile su quelle percentuali”.