L’ex ministro degli Esteri Franco Frattini ha usato parole molto amare riferite al Pdl, partito di cui è uno dei principali esponenti, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, che trovate qui.

Frattini ha parlato di “confusione completa”, analizzando la situazione del centrodestra e usando l’azzeccatissima espressione “Nessuno riesce a capire chi siamo e dove andiamo”.

Arrivato al tema su cui maggiori sono le vicissitudini attuali del Popolo della libertà, cioè le primarie sì o le primarie no, l’ex ministro ha fatto un confronto con quello che accade dall’altra parte. Di fronte all’impressionante successo delle primarie nel centrosinistra, tutto sarebbe vano. E se anche le tenessero, nel centrodestra, Frattini stima che non parteciperebbero più di centomila persone.

Ha dichiarato di non sapere cosa farà Berlusconi e spera che si chiarisca con Alfano. Prevedendo un risultato elettorale che vedrà Bersani capo del Governo e Vendola indispensabile alla coalizione, Frattini ha commentato che questo non sarà un bene per il paese.

L’ex capo della Farnesina auspica che si arrivi alla creazione di una confederazione di liste moderate che si ispiri ai valori e i principidi un popolarismo riformista.

LINK UTILI

Primarie Pdl: il ritorno di Berlusconi le fa naufragare

Elezioni 2013 Berlusconi: le primarie del Pdl affogate nella culla

Pdl, il ritorno in campo di Berlusconi annulla le primarie? Cicchitto: Occasione persa

photo credit: dumplife (Mihai Romanciuc) via photopin cc