Secondo le proiezioni di Cnn, Fox e Nbc, Hillary Clinton vince le primarie democratiche in South Carolina. L’ex First Lady ha ottenuto oltre il 73,5% dei voti, contro il 26% del suo avversario, Bernie Sanders, vittoria ottenuta anche grazie ai numerosi voti degli afroamericani, corrente che sarebbe stata decisiva per l’affermazione della Clinton. Hillary è riuscita a battere anche il primato di Barack Obama che nel 2008 aveva ottenuto il 78% dei voti degli afroamericani.

La Clinton aggiunge un’altra tappa alla sua corsa verso la presidenza degli Stati Uniti, al momento terza su quattro Stati. Hillary punta diritto alla probabile sfida con Donald Trump per la Casa Bianca. La sua vittoria nelle primarie di ieri era attesa e i risultati ottenuti le consentono di presentare questo successo come una vera e propria svolta. “Da domani la nostra diventa una campagna nazionale” ha dichiarato la candidata alle primarie Usa, salendo sul palco e ringraziando in South Carolina i suoi sostenitori.

Nel discorso con cui ha celebrato la vittoria, la ex First Lady si è messa alle spalle il senatore del Vermont, puntando già verso la sfida di novembre, molto probabilmente tra lei e Donald Trump, al momento sembra il favorito fra i repubblicani, che la ex Firt Lady ha preso di mira con questa frase: «”’America non ha bisogno di tornare grande. Non ha mai smesso di esserlo”.