Dress code all’insegna della seduzione.

Questo il mood della Primavera-Estate 2014 di Carlo Pignatelli.

Allure cinematografica dipinta con nuances da paesaggio per uomini rigorosi.

Decorazioni floreali intarsiano e muovono le superfici inaspettatamente.

Interpretazioni insolite di accessori e dettagli che fanno dell’uomo Pignatelli un esempio di eleganza e stile d’altri tempi.

Per uno sposo indossare un abito dello stilista salentino di origini ma torinese d’adozione, è un sogno ad occhi aperti.

La sartorialità delle sue creazioni, unite all’uso di tessuti pregiati di altissima qualità sono le caratteristiche che contraddistinguono lo stile della maison.

In questi bozzetti, anticipazione del Pitti Uomo, lo stilista predilige i tessuti traslucidi e cangianti nelle tonalità del nero e del grigio perla.

Le giacche hanno profili in colori contrastanti o che giocano con le caratteristiche stesse dei tessuti, affiancando lucido e opaco.

Anche in questo caso un nome che tiene alta la bandiera del Made in Italy nel mondo.