Si chiamano Zhong Zhong e Hua Hua le prime due scimmie al mondo clonate con la tecnica della pecora Dolly. Come scrive l’Ansa.it, la loro nascita è stata annunciata sulla rivista “Cell” dall’Istituto di neuroscienze dell’Accademia cinese delle Scienze a Shangai aprendo, dunque, alla possibilità di ridurre il numero di primati usati nella sperimentazione animale. È la prima volta che accade: si tratta, di fatto, degli unici primati clonati con la tecnica di Dolly, ovvero col trasferimento del nucleo di una cellula dell’individuo “da copiare” in un ovulo non fecondato e privato del suo nucleo. Fino ad ora, tra l’altro, ogni tentativo effettuato sulle scimmie era fallito.

Adesso i ricercatori cinesi sono riusciti a dare vita alle prime due scimmie al mondo clonate con la tecnica della pecora Dolly, riattivando i geni con interruttori molecolari ad hoc. Queste le parole di Giuliano Grignaschi, responsabile del Benessere animali presso l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e segretario generale di Research4life:

“Questa tecnica consente per la prima volta di generare numerosi esemplari di primati geneticamente omogenei fra loro. Ciò permetterà di ottenere risultati sperimentali più affidabili e facilmente riproducibili: riducendo la variabilità e l’errore statistico si ridurrà anche il numero di campioni necessari per fare le misure e, di conseguenza, il numero di animali sacrificati per ogni singolo esperimento”.