Se quanto il quotidiano inglese Daily Mail scrive è vero, questo episodio darebbe un argomento in più a quanti pensano che, il giorno in cui la regina Elisabetta morirà o dovesse decidere di lasciare il trono, sia meglio che il principe Carlo rinunci alla successione e lasci spazio al figlio William.

Un capo di Stato dovrebbe sempre conoscere il significato della diplomazia; se poi si tratta di persona che non sale alla carica in seguito ad elezione ma per diritto ereditario, allora dovrebbe almeno avere l’accortezza di restare zitto, se non ha la capacità di misurare le parole. Nemmeno Barack Obama, la cui politica estera ha sempre fatto acqua da tutte le parti, si è finora spinto a tanto. Nemmeno Ronald Reagan, che pure aveva definito l’Unione Sovietica “Il regno del male“, aveva mai insultato Breznev, meno che mai Gorbaciov.

Invece per il principe Carlo (foto by InfoPhoto), erede al trono del Regno Unito, Vladimir Putinil presidente della Russia, nella gestione della rivolta in Ucrainasi sta comportando proprio come Adolf Hitler“. Queste sarebbero le parole del principe, secondo il Daily Mail, pronunciate durante una recente visita in Canada.

Il 6 giugno, 70° anniversario dello sbarco alleato in Normandia durante la seconda guerra mondiale, sarà proprio Carlo a rappresentare la Gran Bretagna in Francia durante le celebrazioni. A cui dovrebbe partecipare anche Putin. Magari avrà l’occasione per dirglielo in faccia.