A pochissimi giorni di distanza dalla richiesta di condanna che la procura di Grosseto ha formulato ai danni dell’ex comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino, torna a far parlare di sé anche Domnica Cemortan, la giovane ballerina moldava che la notte dell’incidente si sarebbe trovata in plancia assieme allo stesso Schettino.

Domnica, assistita dal suo legale, ha chiesto ai giudici un risarcimento in denaro di ben duecentomila euro. Sarebbe questa la cifra equa, secondo la giovane, per essere ripagata sia del danno subito in quanto passeggera della nave sia del danno subito a causa della “aggressione mediatica” che avrebbe dovuto sopportare dopo il naufragio della Concordia.

Il suo avvocato, Valentina Quaroni, ha spiegato che Domnica è stata quasi colpevolizzata dall’opinione pubblica, nonostante abbia mantenuto sempre un atteggiamento collaborativo e non si sia mai voluta sottrarre ai propri obblighi. La Quaroni ha anche ricordato che la notte dell’incidente, avvenuto vicino alle coste dell’Isola del Giglio il 13 gennaio del 2012, la giovane moldava ha rischiato di rimanere schiacciata dalla nave ma che nonostante questo ha partecipato ai soccorsi dei passeggeri, mettendo in pericolo, così, la sua stessa vita e subendo uno stress post traumatico.

Foto: profilo Facebook Domnica Cemortan