Oggi la Corte del Tribunale di Milano si ritirerà in camera di consiglio per decidere la sentenza sul processo Ruby, in cui è imputato Silvio Berlusconi. L’ex presidente del Consiglio è accusato di prostituzione minorile e induzione indebita. la Procura, nella requisitoria del 6 maggio pronunciata dal pubblico ministero Ilda Boccassini, ha chiesto una condanna a 6 anni di reclusione e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

La difesa di Berlusconi (gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo) ha deciso di consegnare oggi un’integrazione all’arringa in cui si chiede l’assoluzione o la trasmissione degli atti alla Procura di Monza oppure al Tribunale dei ministri. Si tratta di una memoria di sette pagine in cui si controbattono alcuni passaggi della requisitoria.

Non è prevista la presenza in aula né di Berlusconi, né di Karima El Mahroug (Ruby, foto by InfoPhoto).

Il collegio giudicante è composto dal presidente Giulia Turri e dai giudici a latere Carmen D’Elia e Orsola De Cristofaro.