E’ stato condannato dal Tribunale di Milano a un anno e 8 mesi e un risarcimento di 900mila euro, il numero uno della Pirelli, Marco Tronchetti Provera (foto by InfoPhoto). L’ex presidente di Telecom era stato infatti accusato di ricettazione sul caso Kroll, uno dei filoni processuali sui cosiddetti “dossier illeciti” di Telecom.

La vicenda, nel dettaglio, riguarda un cd che la security di Telecom Italia guidata da Giuliano Tavaroli avrebbe sottratto illecitamente all’agenzia investigativa Kroll nel 2004, periodo in cui Tronchetti era ancora presidente di Telecom. Stando all’ipotesi accusatoria formulata dal procuratore aggiunto, Alfredo Robledo (che aveva chiesto 2 anni di condanna per Tronchetti), l’allora presidente di Telecom era a conoscenza della provenienza illegale di quei documenti.

Si son costituite parti civili nel processo Telecom Italia, Carla Cico (ex numero uno di Brasil Telecom), l’imprenditore Daniel Dantas e il Banco Opportunity. Telecom Italia ha chiesto, inoltre, al tribunale di Milano un danno di immagine corrispondente a 6 milioni di euro, mentre si sono rimessi alla decisione del giudice per quanto riguarda la componente non patrimoniale del danno. I legali del gruppo hanno chiesto, inoltre, al tribunale di riconoscerle una provvisionale immediatamente esecutiva almeno del valore del danno patrimoniale richiesto. Il legale di Carla Cico, invece, ha chiesto un risarcimento di 1,8 milioni di euro.