Approfittando delle ripetizioni di matematica, un professore pedofilo filmava le sue studentesse, ignare della presenza di una telecamera nascosta. Con questa accusa i carabinieri di Poggibonsi, in provincia di Siena, hanno arrestato un uomo di 42 anni.

Gli agenti lo hanno colto in flagrante mentre stava riprendendo di nascosto una ragazzina durante una lezione di geometria. L’uomo stava filmando le parti intime della studentessa, seduta al suo fianco. Secondo gli inquirenti, l’impiegato di 42 anni, incensurato, aveva deciso di impartire ripetizioni proprio per poter avvicinare indisturbato le minorenni.

Trattandosi di un uomo “insospettabile”, con una buona reputazione e una laurea in matematica, non era stato difficile per lui conquistarsi la fiducia dei genitori delle ragazzine, a dispetto del fatto che non avesse mai insegnato materie scientifiche in una scuola e si fosse improvvisato professore.

Dall’analisi dei filmati registrati dal professore pedofilo è emerso che l’uomo aveva una vera e propria ossessione per i piedi delle minorenni, area del corpo su cui si è soffermato più volte l’obiettivo subito dopo le parti intime.

Professore pedofilo smascherato dalla denuncia di una studentessa

I carabinieri sono riusciti a smascherare il pedofilo grazie alla denuncia di una delle studentesse a cui ha impartito ripetizioni. La ragazza ha notato dei comportamenti strani nel suo insegnante, come i continui apprezzamenti per aver indossato gonne corte e scarpe aperte. La minorenne si è insospettita anche per delle richieste insolite ricevute dall’impiegato, come quella di assumere delle posizioni particolari, favorevoli a una buona inquadratura dei piedi e delle parti intime.

Dopo aver raccontato tutto ai suoi genitori, la minorenne ha sporto denuncia ai Carabinieri, facendo scattare l’avvio delle indagini. Dalla denuncia della ragazza all’arresto sono passate solo 12 ore. Il blitz nell’appartamento del pedofilo ha permesso ai Carabinieri di recuperare materiale pedopornografico e feticista e decine di filmati delle studentesse. L’uomo, interrogato dai Carabinieri, attualmente si trova agli arresti domiciliari.