L’uomo, per quanto faccia parte della fauna del pianeta terrestre, non sembra essere interessato a preservarne la natura.

Lo stesso nostro mare è infatti spesso vittima dei rifiuti che noi produciamo e delle sostanze che, per varie ragioni, vi finiscono.

Per sensibilizzare la popolazione, l’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura, in collaborazione con l’Americas Cup, ha dato il via al progetto ‘Oceano in Salute’ cui obiettivo è proprio educare ad un maggiore rispetto dei nostri mari.

L’iniziativa è già stata ben accolta in occasione della Coppa America che si è svolta a Napoli qualche settimana fa e adesso si prepara per riproporsi durante la tappa veneziana, che vedrà le varie squadre scontrarsi dal prossimo 15 maggio.

‘Gli oceani e la biodiversità marina – ha spiegato Carl Gustaf Lundin, direttore del programma marino globale dell’Iucn – sono cruciali per il nostro clima. La nostra collaborazione con l’Americas Cup ci ha dato l’incredibile opportunità di diffondere il messaggio sull’importanza di proteggere i mari’, migliaia sono infatti stati i visitatori appassionati che hanno partecipato già all’iniziativa.