Alla fine a Milano è arrivato il protagonista del vertice Asem (Europa-Asia), il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin.

Putin ha fatto “irruzione” durante la cena di Gala con i 53 capi di stato e di governo dell’area. Il leader russo è apparso infatti in video durante il discorso del presidente del Consiglio europeo Van Rompuy tra lo stupore dei presenti e di quelli davanti alla tv. Il presidente russo si è perso però quello del padrone di casa, il presidente Giorgio Napolitano.

Vladimir Putin, reduce da un’accoglienza da star in Serbia, alla parata militare a Belgrado ovazioni per lui, a Milano aveva in agenda una serie di incontri bilaterali con la Merkel e il presidente della Repubblica Italiana nel pomeriggio poi spostati al dopo cena. A notte fonda ha incontrato anche l’amico Silvio Berlusconi, e famiglia, alla residenza milanese dell’ex premier.

Per Berlusconi non c’era nessun problema di orari, nonostante la condanna che gli limita la libertà personale, dato che nei giorni scorsi ha chiesto e ottenuto da Beatrice Crosti, il magistrato di sorveglianza che si occupa del suo percorso di affidamento in prova ai servizi sociali per un anno, l’autorizzazione a trascorrere questa notte fuori dalla sua abitazione di Arcore per poter incontrare il presidente della Russia Vladimir Putin.

Oggi per Putin previsto l’incontro con il presidente ucraino Poroshenko, con la speranza che la crisi ucraina, e le sue conseguenze di carattere geografico, politico e, soprattutto, economico, possa essere un lontano ricordo.