Incredibile vicenda quella avvenuta ieri in una scuola di Vicenza, dove una ragazza si è sentita male durante una lezione per una serie di spasmi addominali: i medici che l’hanno curata presso l’ospedale di San Bartolo hanno scoperto che era arrivata al quarto aborto a 18 anni.

Gli insegnanti che l’hanno vista accasciarsi a terra hanno subito chiamato il 118, ignari che la ragazza aveva già subito tre interruzioni di gravidanza quando era ancora minorenne. Il responsabile sarebbe stato sempre lo stesso ragazzo con cui era fidanzata, il quale nel frattempo l’avrebbe lasciata.

Stando alle informazioni raccolte da Il Giornale di Vicenza, la ragazza si era procurata l’aborto tramite l’assunzione di una grande quantità di medicinali contro gli spasmi addominali, il cui effetto collaterale sarebbe proprio l’interruzione di gravidanza (un metodo usato in particolare dalla prostitute).

Durante l’ultimo episodio la ragazza era già stata curata e denunciata dalla polizia con l’accusa di procurato aborto. Questa volta il tribunale l’ha condannata a 15 giorni di reclusione.