Quattro carabinieri sono stati arrestati in Lunigiana (zona di Massa Carrara), altri quattro sono stati raggiunti da provvedimenti di divieto di dimora e un altro carabiniere è stato sospeso dal servizio. Sono in tutto nove, quindi, i carabinieri per cui sono scattate misure in seguito ad un’indagine che avrebbe accertato presunte irregolarità. Dei quattro arrestati, uno è finito in carcere mentre agli altri sono stati concessi i domiciliari.

Secondo le indagini, i sei carabinieri in servizio nella caserma di Aulla e i tre in quella di Albiano Mgra avrebbero commesso una serie di abusi e irregolarità che vanno dal falso alle lesioni. In particolare, la serie di irregolarità sarebbe da ascrivere al pestaggio subito da un cittadino di origine marocchina, che sarebbe stato condotto in caserma in Lunigiana in seguito ad un controllo antidroga. I carabinieri lo avrebbero colpito ripetutamente costringendolo alle cure dei medici ospedaliere, stando a quanto riportato dalle indagini.

In seguito a quanto accaduto, i carabinieri avrebbero poi proceduto con la falsificazione dei verbali relativi al fatto. Le indagini avrebbero accertato, tra l’altro, che quell’episodio non sarebbe stato l’unico del genere. Da qui la necessità di verificare altre situazioni accadute in passato, come quella che riguarderebbe una prostituta. Gli inquirenti indagano anche su alcune presunte sparizioni di droga che era stata sequestrata.