Colore, intarsi, contrasti e sovrapposizioni: non manca niente alla SS 2014 di Quattromani.

Eppure, nonostante questa abbondanza di dettagli, la collezione risulta pulita, senza alcuna sbavatura.

Punto di riferimento del brand per la bella stagione che verrà sono le sculture tattili di Lisa Rodden e l’universo visionario di Willy Verginer. Ma non mancano neppure echi, non poi così lontani, di entomologia.

La palette cromatica, che si diverte a svelare le tonalità più brillanti ed accese, è così perfetta per la linea stilistica seguita. Una linea sì femminile, ma non banale.

Le linee essenziali degli abiti al ginocchio e dei completi pantalone vengono infatti enfatizzate da ricercate contrapposizioni, accostamenti non scontati di texture e filature.

Fil rouge dell’intera collezione è quella cicala in versione multicolor che si posa sui capi, forse attratta dalle loro accese tonalità, ma capace in ogni caso di donar loro vita e personalità.

Pregevoli sono poi gli accessori, che forse più di tutto riassumo l’approccio del brand a questa SS.
Dai collari in vernice che riflettono l’approccio geometrico dell’intera collezione alle spille smaltate che impreziosiscono i colli dei capi, passando per clutch e maxibag dai tagli vivi e richiami 3d: nulla è lasciato al caso e tutto è finemente studiato.

Quando l’eccentricità si piega alla femminilità senza farsi per questo domare, questa è la SS 20134 di Quattromani.