Le parole sono importanti, la rubrica che ogni settimana esplora il vocabolario italiano per rispolverare le parole sempre meno usate nel nostro linguaggio quotidiano, oggi vi propone l’aggettivo

QUERULO: dal latino “queri”, che vuol dire “lamentarsi”, “gemere”, si riferisce a persona che si lagna o si lamenta abitualmente, anche per le più futili motivazioni, dolendosi di torti ricevuti, dell’avversità della sorte. Più spesso è riferito alla voce stessa, o anche a suono che sembri un lamento E’ detto anche di luogo in cui risuonano i lamenti.

Qualche esempio:

“Quel vecchio querulo”

“Mia madre parla sempre con voce querula”

“Né più dismette di tubar su l’olmo La tortora e la querula colomba” (Pascoli)

ALTRI LINK:

Cosa significa “biascicapaternostri”?

Cosa vuol dire “sciamannato”

Il significato di “solipsista”

Cosa vuol dire “ringalluzzire”

Ci ricordiamo di “Riminiscenza”?

Cosa vuol dire “ossimoro”?