Alle operazioni di raddrizzamento della Costa Concordia (foto by InfoPhoto) ha assistito tutto il mondo. Ma tra gli spettatori più attenti c’era sicuramente James Cameron, colui che ha raccontato al grande pubblico la tragedia del Titanic. Il Corriere della Sera riporta le parole del regista canadese che vorrebbe portare sugli schermi il disastro e il salvataggio della nave all’isola del Giglio.

“Ho sempre seguito con interesse la vicenda e un anno fa ho anche fatto lunghe ricerche sulla dinamica dell’incidente – si legge sul quotidiano di Via Solferino -. Sono ancora molto concentrato sul secondo round di Avatar, ma ho comunque seguito tutte le fasi del raddrizzamento dell’imbarcazione, il destino della quale si incrocia in modo forte con quello del Titanic”. Cameron ammette di aver pensato a un film o a un documentario i diritti della vicenda: “Magari con il National Geographic Channel, con il quale ho già lavorato per documentari simili ed esplorativi”.

Tempo fa The Hollywood Reporter aveva annunciato un possibile cast, con Taylor Swift pizzicato in vacanza sulla costa del Giglio. Cameron non conferma ma ammette di essersi informato sulle storie raccontate dai passeggeri e dal comandante Francesco Schettino. Il regista però lo dice chiaramente non vuole speculare sulla tragedia: “Ho il massimo rispetto per le vittime. Mi interessano i fatti, il modo in cui sono potuti accadere. Non voglio certo trasformare la vicenda in fiction”.  Anche per rispetto dei familiari delle vittime e dei due dispersi, le cui ricerche partiranno tra circa 48 ore. Prima bisogna mettere in sicurezza la nave.

LINK CORRELATI:

Raddrizzamento Costa Concordia: timelapse della rotazione

Raddrizzata Costa Concordia: le reazioni della stampa straniera

Raddrizzata Costa Concordia: Gabrielli smorza gli entusiasmi “Non è ancora finita”

Rotazione Costa Concordia video: le riprese durante le operazioni di ribaltamento

Costa Concordia recupero: il video che spiega come viene rimossa