Ho perso il conto delle puntate di The Voice andate in onda fino ad oggi, ma una cosa è certa: il programma è di una noia bestiale e le uniche cose delle quali valga la pena parlare sono poche, ma sicuramente i cantanti non rientrano tra queste. Uno dei topic che desta più interesse riguarda infatti il rinnovato look di Raffa Nazionale: io ero rimasta ai tempi di “Carramba! Che Sorpresa“, quando si fasciava in abiti da sera rossi o bianco perlati, oppure in tailleur dorati degni di Ambrogio e Ferrero Rocher.

Poi, un giorno, il suo grande ritorno con The Voice: alzi la mano chi non è rimasto di stucco davanti alla longuette di pelle nera e stringhe stile bondage della Carrà, o alla vista dei guanti di pelle bucati, o più semplicemente a tutto il resto. La verità è che Raffaella Carrà  si è messa in mente di cercare di convincere l’Italia di essere rock dentro e, per sottolineare questa cosa -che si allontana dalla verità giusto qualche anno luce – ha deciso di puntare sul look da dark lady, forse anche per non discostarsi troppo da Pelù, suo vero antagonista, che infatti alla fine della fiera si è accaparrato tutti i cantanti che lei desiderava portare con sè.

Comunque, che dire: ma si può non amarla? Tra un mese la Carrà compirà 70 anni e, non so voi, ma io ci metterei la firma per arrivare alla sua età con quel punto vità lì, ma soprattutto con la nonchalance con la quale sfila con completi che farebbero arrossire anche le quarantenni più disinvolte. Dobbiamo però sperare che altre sue coetanee della televisione italiana non si mettano mai in mente di prendere spunto:  anche se il suo look pecca di eccesso in alcuni punti – tipo le stringhe, la pelle e il numero di accessori indossati tutti insieme – Raffaella Carrà è pur sempre Raffaella Carrà. Lei tutto può, tutte le altre no.

LINK UTILI:
The Voice Italia live show: ancora quattro eliminazioni.

Seguite Laura Manfredi anche sul suo blog Rock’n’Mode!