Il Gip di Brescia ha convalidato l’arresto di Claudio Grigoletto, sospettato di aver ucciso Marilia Rodrigues Silva Martins, la ragazza brasiliana il cui cadavere è stato ritrovato il 30 agosto nell’ufficio in cui lavorava, a Gambara (Brescia). La giovane era incinta.

Grigoletto era il datore di lavoro di Marilia. Durante l’interrogatorio di garanzia egli ha ammesso di aver avuto una relazione con lei, ma nega di averla uccisa. Devono ancora pervenire gli esiti degli esami per stabilire se Grigoletto è effettivamente il padre del bambino che la ragazza portava in grembo quando è stata assassinata.

La Procura ritiene che sia proprio la paternità non voluta il movente dell’omicidio. I Carabinieri hanno inoltre trovato nell’ufficio di Grigoletto uno scontrino per l’acquisto di candeggina e acido, che porta la stessa data della morte di Marilia, il 29 agosto. L’accusa sostiene che chi ha ucciso la giovane abbia cercato di far ingerire dell’acido alla sua vittima, per simulare un suicidio. E’ stata inoltre trovata una chiave inglese insieme a tracce del tubo della caldaia del luogo dell’omicidio. L’assassino l’ha manomessa per simulare una fuga di gas.

photo credit: Edge of Europe via photopin cc