Una ragazza di 29 anni, Gaia Molinari, di Piacenza, è stata assassinata in Brasile. Il suo corpo è stato ritrovato sulla spiaggia di Jijoca Jericoacoara, il giorno di Natale, e oggi la Prefettura di Piacenza avrebbe confermato la notizia, procedendo anche con il prendere contatti con il consolato italiano presente a San Paolo del Brasile.

Stando ai primi rilievi eseguiti sul cadavere della giovane, Gaia Molinari sarebbe morta a causa delle ferite inferte sulla testa, provocate, molto probabilmente, attraverso l’utilizzo di una pietra: la ragazza presenta ferite non solo sul capo ma su tutto il corpo e proprio per questo avrebbe perso anche molto sangue.

A trovare il cadavere sarebbero stati alcuni turisti di passaggio sulla spiaggia di Jijoca Jericoacoara (località a quasi trecento chilometri di distanza da Fortaleza). Gaia era arrivata sul posto il 21 dicembre scorso e avrebbe dovuto lasciarlo il 24; aveva però deciso di prolungare la sua sosta di un giorno, secondo quanto riferito da un’amica. E invece, purtroppo, la ragazza di Piacenza non ha mai lasciato la località e ora gli inquirenti tentano di capire cosa le sia accaduto.

Gli investigatori avrebbero già dei sospetti: attualmente vi sarebbero alcuni indizi che condurrebbero ad un presunto colpevole, che la Divisao sta cercando di rintracciare.

(photo credit: profilo Facebook Gaia Molinari)