“Anche lui è una povera vittima”. E’ quanto ha detto la mamma di Fabiana Luzzi, la sedicenne uccisa a Corigliano Calabro, conversando con l’arcivescovo di Rossano-Cariati Mons. Marcianò parlando di un possibile recupero dell’omicida.

La mamma della sedicenne uccisa dice ”in questo momento abbiamo bisogno di sentire l’affetto della gente. Non vogliamo sentirci soli” (foto by InfoPhoto).

Entrambi infatti hanno affrontato il problema del recupero e della rieducazione dell’autore dell’assassinio. “Ho parlato – ha detto mons. Marcianò – del problema educativo e del profondo disagio del ragazzo che ha compiuto l’omicidio. In modo esplicito ho fatto riferimento al perdono ed ho trovato una reazione positiva nei familiari della ragazza uccisa. Ho voluto affrontare anche il discorso della rieducazione a 360 gradi che va affrontato quando sarà passato il momento del dolore”.

Il padre della ragazza accogliendo in casa l’arcivescovo lo ha abbracciato e gli ha detto che “mi ha fatto piacere ricevere la sua visita. Noi ci incontriamo sul valore della vita”.