È successo davvero di tutto a bordo di un volo della compagnia irlandese Air Lingus, partito da Lisbona e diretto a Dublino. Il velivolo ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Cork perché un ragazzo brasiliano di 24 anni sarebbe morto in seguito ad una serie di circostanze davvero incredibili e ancora non del tutto chiaro.

Secondo una primissima ricostruzione dei fatti, il giovane avrebbe iniziato ad agitarsi un’ora dopo l’avvenuto decollo. Sarebbe stato colpito da convulsioni talmente gravi da aver addirittura aggredito e poi morso un altro passeggero. Le altre persone a bordo avrebbero raccontato che il ragazzo brasiliano emetteva versi indescrivibili, che avrebbero scioccato tutti.

Quando l’equipaggio di bordo è intervenuto per placarlo e per riportare la serenità all’interno del velivolo, il giovane brasiliano avrebbe prima perso i sensi e poi sarebbe morto dopo qualche minuto. Inutile anche l’intervento di un medico che stava viaggiando su quel volo: per il ragazzo non c’è stato nulla da fare.

La morte del brasiliano potrebbe essere in qualche modo legata ad un altro fatto che si è svolto una volta che l’aereo è atterrato a Cork. La polizia irlandese avrebbe infatti arrestato una donna portoghese di 44 anni che molto probabilmente era seduta accanto a lui e che è stata fermata con l’accusa di detenzione di stupefacenti. Nel suo bagaglio sarebbero stati infatti rinvenuti due chili di una polvere alquanto sospetta (potrebbe trattarsi di droga). Fra le varie ipotesi in ballo, gli inquirenti sospettano che il giovane brasiliani possa essere stato un complice della donna e che la strana reazione a cui poi è seguita la morte potrebbe essere stata provocata dell’ingerimento di stupefacenti.

L’autopsia sul corpo del 24enne ha confermato le ipotesi emerse nelle prime ore. Responsabili del comportamento anomalo ed aggressivo sono stati i 24 ovuli di cocaina purissima ingeriti dal ragazzo, la rottura di uno dei quali ne ha causato la repentina morte.