La storia di Dylan McWilliams è incredibile: lo scorso 19 aprile, infatti, è sopravvissuto a uno squalo tigre mentre stava facendo surf alle Hawaii. In passato, come racconta puntualmente la Bbc, il giovane è scampato persino all’aggressione di un orso e di un serpente a sonagli.

Nel luglio 2017, infatti, Dylan si trovava in un campeggio in Colorado: lì alle 4 del mattino, mentre dormiva all’aperto, si è trovato davanti un orso bruno. “Mi ha afferrato per la parte posteriore del capo e io l’ho colpito sull’occhio fino a quando non mi ha lasciato andare” ha raccontato. Un animale di 136 kg che avrebbe potuto uccidere Dylan e, invece, per fortuna il 20enne se l’è cavata con 9 punti sulla testa. 

Nel 2015, invece, durante un’escursione nello Utah il ragazzo è stato attaccato da un serpente a sonagli che gli ha dato solo un morso. Anche in questo caso è riuscito a scamparla ma ha rischiato grosso. Ora, invece, l’ultima aggressione, stavolta da parte di uno squalo tigre. In questo caso ha reagito prendendolo a calcio e lui gli ha lasciato una ferita sulla gamba. Se l’è cavata con 8 punti di sutura.

Queste le sue parole:

Non incolpo lo squalo, non incolpo l’orso, e non incolpo il serpente a sonagli. Dobbiamo sempre rispettare i confini degli animali, anche se non penso di aver invaso o provocato nessuno degli attacchi.